ARINGA AFFUMICATA MARINATA E VARIAZIONE DI RAPA ROSSA

I miei followers di instagram e facebook forse avranno notato che nelle ultime settimane sono stata assalita da una vera e propria “Rapa Rossa Addiction”: quel suo incredibile colore viola acceso è contagioso e ogni piatto prima di conquistare il palato delizia gli occhi e anche l’umore… Conosco da sempre questo ortaggio, spesso l’ho acquistato precotto e l’ho utilizzato in insalata ma non mi ha mai fatto impazzire per colpa di quel suo gusto troppo terroso. Adesso lo amo e galeotto fu il mio viaggio in Scandinavia dove la barbabietola rossa è uno degli ortaggi più utilizzati e apprezzati in cucina. Nella ricetta che vi propongo c’è tanta nostalgia dei sapori nordici e a darmi l’ispirazione è stato il ricordo di un favoloso secondo piatto assaggiato in un ristorante di Stoccolma: un filetto di sgombro cotto al vapore con diverse consistenze di rapa rossa e una crema di piselli. Qui invece dello sgombro ho usato l’aringa, altro must della cucina nordica e a contorno la rapa in 3 “mise” diverse: fritta, bollita e in purea. E a decorare il tutto sempre lei, con i suoi coloratissimi e scenografici germogli.


INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 3 rape rosse fresche di medie dimensioni
  • 4 filetti di aringa affumicata
  • semi di finocchio
  • 50 g di yogurt bianco
  • il succo di un bergamotto
  • 2 cucchiai di aceto di mele
  • pepe rosa
  • 3/4 foglie di alloro
  • sale q.b
  • olio evo
  • olio di semi per friggere
  • germogli di rapa rossa per la decorazione

PROCEDIMENTO

Per prima cosa occupatevi della marinatura dell’aringa. Adagiate i filetti in un piatto fondo e aggiungete due cucchiai di olio evo, il succo di mezzo bergamotto, le foglie di alloro, l’aceto di mele e il pepe rosa. Ricoprite con la pellicola e riponete in frigorifero per almeno 3/4 ore (più la marinatura è lunga più l’aroma conferita al pesce sarà intensa).

Lavate molto bene le rape, eliminate le cime e mettetele a bollire in acqua leggermente salata per almeno un’ora (per verificare la cottura potete forarle con una forchetta o uno stuzzicadenti). A cottura ultimata scolatele, passatele sotto l’acqua fredda ed eliminate la buccia.

Procedete a tagliate una delle 3 rape a cubetti, conditele con un pizzico di sale, olio, semi di finocchio e con una parte del succo di bergamotto.

Tagliate a pezzetti la seconda rapa e passatela nel mixer assieme allo yogurt fino a ottenere un composto omogeneo e cremoso.

Infine tagliate la terza rapa a fette molto sottili con una mandolina, riponete le fettine su un canovaccio per asciugarle dall’acqua in eccesso. Poco prima di servire il piatto friggetele in olio di semi, otterrete delle bellissime e coloratissime chips.

Componete il piatto collocando al centro la crema di rapa e yogurt e l’aringa e affiancate con una manciata di chips e qualche cubetto della rapa bollita precedentemente condita.

La “ciliegina sulla torta”? I germogli, sull’aringa.


PREPARAZIONE: 60 minuti – COTTURA:  60 minuti – DIFFICOLTÀ: media